Nuova Medicina Germanica - Cisti della tiroide
nuova medicina germanica
Sei qui: Home arrow Testimonianze arrow Cisti della tiroide
Cisti della tiroide PDF Stampa E-mail

 

Cisti della tiroide

Testimonianza tradotta dal sito di Pilhar

23.11.2008

Ciao Helmut,

oggi finalmente anch'io ho trovato il tempo per scrivere la mia storia.

Si tratta della prima volta in cui ho potuto costatare la veridicità della NMG su me stesso.

Era la primavera del 2003, io sono destrimane e in quell'epoca non conoscevo ancora la NMG.

Fondamentalmente stavo bene e non avevo mai avuto disturbi fino a quando, una mattina, tastandomi il collo sul lato destro avvertii una sensazione di pressione. Palpando trovai un indurimento come una pallina di circa 1 cm di diametro. Palpando ancora sentii forti dolori. Mi spaventai e toccai un’altra volta. Con ogni manovra di palpazione aumentavano la paura e il dolore.

Ero talmente sconcertato che nell’arco di 30 minuti chiamai il mio medico di famiglia per chiedergli un appuntamento. Già nell’esame ecografico si aveva la certezza che si trattasse di una ciste della tiroide. Oltre alla grossa ciste c'erano anche tante cisti piccole. Il medico ordinò una scintigrafia della tiroide che confermò l'esito dell'ecografia.

Alcuni giorni dopo la ciste scomparve al punto tale che non riuscivo più a palparla. Mi hanno prescritto pastiglie di ormoni tiroidei (tiroxina, ½ pastgilia al giorno) che presi regolarmente. Nei due anni a seguire dovevo fare esami del sangue ogni 6 mesi per controllare i valori e un’ecografia per controllare il percorso. Per 2 anni interi la ciste, in origine grande, aveva un diametro di circa 4 mm nell'ecografia. I valori del sangue erano esattamente nella norma grazie alle pastiglie come mi ha assicurato il mio medico (in quel periodo glielo credevo ancora).

Poi ho sentito una tua conferenza (autunno 2004) e successivamente ho cominciato ad occuparmi di NMG.

Dopo un po' di tempo credevo che la NMG potesse aver ragione e mi sono venute in mente la ciste e le pastiglie che continuavo a prendere quotidianamente. Adesso volevo sapere se la NMG era giusta o no e mi misi a cercare il mio conflitto.

Ci è voluto molto tempo prima di trovare il conflitto. In fondo non ci sono riuscito da solo ma in quel periodo ho conosciuto un naturopata che conosce ed utilizza la NMG, lui mi ha aiutato a trovare il mio conflitto.

Solo grazie alle sue spiegazioni, improvvisamente quasi con un "click", capii e mi venne in mente una situazione che calzava esattamente con la spiegazione che il dott. Hamer dà nella sua tabella (1 ra sinistra, ciste tiroidea/conflitto di impotenza: ho le mani legate, non posso farci niente):

Ho ricevuto una telefonata nella quale un amico mi disse che un buon conoscente aveva il cancro! Oggi so che questa telefonata e le parole: "Ha il cancro!" mi hanno colpito in pieno. Ricordo così bene il momento come se fosse appena successo. Ricordo ancora che mi sono trovato in piedi in soggiorno davanti al divano quando ho preso la telefonata. Sono letteralmente rimasto senza parole, per un bel pò non sono riuscito a parlare, ero scioccato. Avrei voluto tanto poterlo aiutare ma non potevo fare nulla per lui. Per giorni interi continuavo a pensare solo a questo amico, i miei pensieri erano sempre con lui.

Circa 6 settimane dopo il suo intervento lui ha potuto riprendere il lavoro e stava davvero bene, questo è stato anche per me un grande sollievo.

Un cosa che non sapevo ancora se la telefonata e il percorso della malattia del mio amico coincidevano con la ciste. Controllando bene, col senno del poi, ho dovuto constatare che il percorso temporale tra shock conflittuale, soluzione del conflitto e la ciste (si è presentata quando lui ha ripreso a lavorare) erano esattamente come ha descritto dott. Hamer.

Naturalmente ho smesso di prendere le pastiglie, controllando alcune volte i valori del sangue. Anche adesso con grande sorpresa del medico i valori sono in ordine. Da allora il mio medico non mi ha più visto.

Così il "credere" che la NMG fosse giusta è diventato un "sapere".

Ringrazio di tutto cuore il Dott. Hamer e anche te, Helmut.

Tanti saluti

Juergen Kirsch

Viva la medicina sagrada!

 

Nota:

Non è fantastico come funziona il nostro corpo?

Viviamo tutta una vita insieme al nostro corpo senza sapere come si formano la neurodermatite, l'emicrania, l'allergia ecc. e come scompaiono di nuovo. Questo ce lo spiega la Nuova Medicina Germanica del Dott. Hamer. La Germanica è biologia pura: non c'è bisogno di "credere" si può sperimentare come ce l'ha riferito così bene Juergen. Pensandoci bene, ci dovrebbe venir insegnato già a scuola. Dovrebbe essere parte della cultura generale.

Supponiamo un attimo di aver imparato la Germanica già a scuola e di sapere a memoria la tabella diagnostica e tanti, tanti esempi: in molti programmi speciali abbiamo il primo sintomo nei primi giorni o nelle prime settimane. Grazie alle conoscenze delle correlazioni biologiche sapremmo anche la causa di questo sintomo, cioè il contenuto del conflitto. Allora avremmo in mente (di fresca memoria) il conflitto (vissuto come molto acuto drammatico, isolativo, colto sul piede sbagliato). Era successo solo pochi giorni o poche settimane fa!

Dopo molto tempo spesso si tratta di fare un lavoro da esperto investigatore per trovare la causa, e perciò il conflitto. Mettiamo il caso che Lei abbia un percorso cronico di un programma speciale ormai da anni; provi a trovare un momento conflittuale di anni fa! É quasi impossibile! Ma il conflitto deve essere trovato poiché egli è la causa! Solo quando conosciamo il conflitto sappiamo cosa fare!

Nessuno conosce la nostra psiche e il nostro livello organico meglio di noi. Allora sapremmo: da questo (preciso) avvenimento in poi abbiamo questo sintomo! Sapendo il conflitto sappiamo la causa! Conosciuto il pericolo, evitato il pericolo! Sappiamo allora cosa c'è da fare, il problema deve essere risolto definitivamente. Ma spesso si tratta già di sintomi della fase di guarigione. Allora possiamo procedere miratamente, tenere la massa conflittuale piccola e con ciò le fasi di guarigione. Potremmo riconoscere facilmente i binari poiché questi si programmano durante il conflitto (che adesso teniamo in mente con precisione). Possiamo aiutarci in modo molto efficace. Tra noi e la nostra salute non ci sarebbe né medico né farmaco, ne avremmo bisogno solo in rari casi. Saremmo liberi dalla paura poiché sapremmo il nome dello "spauracchio". Non avremmo più paura. Sappiamo perchè abbiamo un certo sintomo, sappiamo cosa fare, sappiamo anche quanto tempo ci vuole. Potremmo risparmiarci conflitti successivi e cancri successivi.

Sapere la causa è già "metà dell’opera".

In più sapremmo anche che non si tratta di qualcosa di "maligno" (= superstizione religiosa) nel nostro corpo ma di un programma speciale biologico sensato che è stato programmato da madre natura per risolvere il conflitto (la causa) al meglio.

Praticare la Germanica vuol dire che il coinvolto (paziente) si comporta in modo intelligente, a parte la necessaria legalità per poter guarire senza panico e in pace e a volte la necessità della medicina di emergenza. Il miglior terapeuta non è utile al paziente se lui non ha compreso.

Fate diventare la Germanica il vostro hobby. Impararla è faticoso ma lo sono anche altri passatempi (come per esempio le lingue, il software, cucinare, cucire ecc.). La Germanica vi spiega come funziona il vostro corpo. Imparate di comprendere meglio voi stessi. Impararla non è molto spettacolare ma molto efficace. Grazie a lei potete aiutare voi stessi, i vostri figli e i vostri famigliari.

Tenete presente, nessuno era presente durante il vostro confltto, nessuno può vivere la vostra vita (risolvere il conflitto) e nessuno vi può guarire (il vostro corpo guarisce se stesso). É molto probabile che nella vostra vita futura vi toccherà ancora di dover risolvere qualche altro conflitto. La vita è fatta così.

Se avete compreso la Germanica potete osservare un pesante "effetto collaterale": avete perso la paura!

La Germanica è la medicina della libertà.

Grazie Dott. Hamer

 

vedi anche:

Tabella diagnostica della Nuova Medicina: Carcinoma dell’epitelio pavimentoso dei dotti escretori della tiroide.

SBS: La tiroide

 
< Prec.   Pros. >